Lampada Wagenfeld, piede vetro, stelo metallo

Preziosa lampada da scrivania Wagenfeld con stelo in metallo nichelato. Questa lampada da scrivania non é solo una fonte di luce dal design prezioso e dalla lavorazione impegnativa, essa porta con sé anche un pezzo di storia. La lampada da scrivania è realizzata secondo i disegni dell’artista del Bauhaus Wilhelm Wagenfeld che la creò nel 1924. Già dall’inizio della sua carriera l’impiego dei materiali metallo e vetro furono al centro della sua attività. Il produttore di lampade Tecnolumen è l’unico le cui riproduzioni sono autorizzate. Visto che le contraffazioni circolano è bene premunirsi. L’originale si distingue dalla copia tramite diverse caratteristiche. La lampada da scrivania ha un paralume in vetro opalescente soffiato, un basamento in vetro dal diametro di 12,5 centimetri e uno stelo in metallo nichelato. L’interruttore si comanda tramite un cordoncino nero alla cui estremità è fissata una piccola sfera, anch’essa nichelata. Questi dettagli sono stati realizzati esattamente come Wilhelm Wagenfeld li aveva ideati. Anche il manicotto riprende le idee dell’inventore. Un ulteriore elemento tipico della lampada Wagenfeld è il cavo di alimentazione rivestito in tessuto nero. Queste caratteristiche sono la prova dell’autenticità del modello. Inoltre, a ulteriore riprova della qualità, ogni esemplare è corredato di un numero progressivo e di un timbro del produttore di lampade Tecnolumen sotto il piede. Come corpi luminosi si possono impiegare sia LED, sia lampade a risparmio energetico Avviso: Nella scelta della lampadina si raccomanda di non adottare lampadine con bulbo chiaro per evitare che esse formino ombre sul paralume di vetro. In caso si presentasse la necessità di un paralume di ricambio per questa lampada, esso è disponibile al numero di articolo 9030005. Per saperne di più: la nascita dell’originale Nel 1919 Walter Gropius fondò, a Weimar, l’accademia “Staatliches Bauhaus” come accademia d’arte. In essa l’arte e l’artigianato venivano riuniti. Il motto era l’edilizia funzionale. Oggi molte opere del Bauhaus si annoverano tra i classici della modernità. Nel 1924 l’allora 24enne Wilhelm Wagenfeld, che aveva appena iniziato la sua attività all’interno del Bauhaus come operaio specializzato, ideò la famosa lampada da scrivania Wagenfeld. L’oggetto era il risultato di un compito conferito da László Moholy-Nagy, il suo insegnante, agli allievi. La lampada segnò l’inizio della carriera di Wagenfeld. In seguito egli intervenne come insegnante e direttore di diverse officine della lavorazione dei metalli e del vetro oltre che come professore all’istituto superiore delle arti figurative di Berlino. Tecnolumen – Bauhaus. Un rapporto sentito Per il produttore tedesco di lampade Tecnolumen lo stile Bauhaus è più che una corrente d’arte. L’azienda si è posta l’obiettivo di riproporre le opere di importanti artisti del Bauhaus. La storia di Tecnolumen è iniziata nel 1979 con la riproduzione della famosa lampada Wagenfeld. Seguirono numerosi altri oggetti come la famosa teiera di Marianne Brandt, lampade in design Art-Déco e modelli che si rifacevano all’associazione artistica De-Stijl. Inoltre anche artisti contemporanei disegnano lampade per Tecnolumen, tra di essi annoveriamo il fondatore dell’impresa Walter Schnepel stesso e designer come Nico Heilmann. Classe di efficienza energetica: A++

418.90 EUR